Agropoli, maxi sequestro da 25 milioni di euro

Maxi sequestro da 25 milioni di euro eseguito dal Nucleo di Polizia Tributaria – G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Salerno nell’ambito di un procedimento penale che vede indagate diverse persone per i reati di trasferimento fraudolento di valori, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita.

La vicenda riguarda un imprenditore di Agropoli, di fatto operante nel settore edile e del commercio di autoveicoli, già destinatario, nel 2013, di misura di prevenzione patrimoniale in quanto sottoposto a procedimenti penali per usura ed estorsione. Le altre persone coinvolte nelle vicende illecite sono a vario titolo indagate per i predetti reati.

Secondo gli investigatori, l’imprenditore, per eludere le disposizioni in materia di misure di prevenzione, si sarebbe avvalso di diversi prestanome, per lo più parenti a cui avrebbe intestato numerosi beni e quote di società, oggi sottoposti a sequestro.
Dagli accertamenti svolti, è emerso che il predetto imprenditore dichiarava redditi esigui, ai limiti della soglia di povertà.

Contemporaneamente al sequestro sono state eseguite numerose perquisizioni in provincia di Salerno, Napoli e Roma, presso le abitazioni e anche alcune delle sedi delle società coinvolte nella vicenda

Lascia un Commento