Agropoli, cronista offende arbitro donna durante la partita. Forte indignazione

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

L’assistente donna è una cosa inguardabile,è uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri in un campionato dove una società spende centinaia di migliaia di euro. E’ una barzelletta della Federazione“. Sono le parole pronunciate da Sergio Vessicchio, telecronista di “CanaleCinqueTv” all’inizio della partita di Eccellenza, Agropoli – Sant’Agnello giocata sabato scorso. Il video che cattura la voce del cronista è diventato virale suscitando rabbia e indignazione ma anche solidarietà nei confronti dell’arbitro Annalisa Moccia della sezione di Nola. 

La notizia è stata commentata da editorialisti nazionali finendo anche sui siti internazionali.

L’Unione Stampa Sportiva ha chiesto l’immediato intervento disciplinare da parte dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. 

 

Il Presidente Lucarelli ha fatto sapere che “il giornalista di Agropoli che ha deriso in diretta durante una partita di calcio una donna assistente dell’arbitro è stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti della Campania”.

Dure parole anche da parte della Presidente della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine Titti Improta che scrive “in casi del genere l’Ordine ritiene che non ci sia negoziazione. E’ notizia ufficiale che il cronista di Agropoli da pochi giorni è stato sospeso dal Consiglio di Disciplina dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. Ora si apre un nuovo procedimento per recidiva”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Comitato Regionale della FIGC che attraverso una nota ufficiale esprime solidarietà all’arbitro insultato e leso nella sua dignità professionale e di donna, condannando fermamente le parole usate dal cronista. 

Vessicchio, dal canto suo, ha ribadito il proprio pensiero attraverso la sua pagina Fb. “Ritengo personalmente che far arbitrare le donne nel calcio sia sbagliato per molti motivi, afferma, quindi confermo il mio pensiero. Perchè tutti questi squallidi moralisti non fanno una battaglia per farle giocare insieme ai maschi? La vera discriminazione è questa”. In un video postato sul web ha nuovamente ribadito l’intenzione di non chiedere scusa a fronte di chi maltratta e usa violenze fisiche e verbali contro le donne.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp