Agro Nocerino – Operazione dei Carabinieri contro organizzazione dedita a truffa all’Inps

Assunzioni fittizie di lavoratori per intascare indebitamente dall’Inps i contributi previdenziali. Tre imprenditori, impegnati nel settore delle pulizie, sono stati arrestati a Pagani dai carabinieri che hanno eseguito le misure cautelari emesse dal gip del tribunale di Nocera Inferiore. Una quarta persona non è stata rintracciata. I militari, diretti dal maggiore Matteo Gabelloni, hanno eseguito anche sette sequestri preventivi per circa 20 milioni di euro: sarebbe questa infatti la somma frodata dagli imprenditori alle casse pubbliche. I quattro arrestati, finiti ai domiciliari, devono rispondere di truffa ai danni dello Stato. L’operazione, che ha visto l’impiego di circa 50 militari, e’ stata coordinata dalla Procura della Repubblica nocerina e dal pm Roberto Lenza, ed e’ il prosieguo della «operazione Mastrolindo» che ha consentito, nel corso dei mesi, di fare luce sulle truffe all’Inps nel settore del terziario per circa 108 milioni di euro.
L’odierno filone dell’indagine ha permesso di individuare le “aziende” coinvolte che, benché sul piano amministrativo figurassero aver “regolarmente” assunto le maestranze, di fatto omettevano di versare i previsti contributi nelle casse dell’INPS. Nei confronti di altre tre persone coinvolte, è stato disposto il sequestro dei beni, anche per equivalente, per complessivi 20 milioni di euro e precisamente. Nel complesso l’operazione, con i risultati oggi conseguiti ha permesso di eseguire ben 40 ordinanze di cautelari personali, di cui 31 agli arresti domiciliari.

Lascia un Commento