Aggressioni sui treni e nelle stazioni, accordo per aumentare la sicurezza

Incrementare tutte le azioni utili per salvaguardare l’incolumità del personale e dei clienti contrastando le aggressioni a bordo dei treni e nelle stazioni.

E’ questo l’obiettivo dell’accordo siglato ieri da Ferrovie dello Stato Italiane, Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e le Segreterie nazionali delle Organizzazioni sindacali di Mobilità.

L’accordo prevede di potenziare le misure già in atto e introdurne altre per arginare le aggressioni in modo ancora più efficace. E’ prevista anche l’installazione di impianti di videosorveglianza a bordo dei treni e nelle principali stazioni; la formazione del personale per la gestione delle situazioni critiche; l’individuazione delle linee percorse da treni considerati più critici dal punto di vista della sicurezza. Trenitalia ha tra l’altro rinnovato la richiesta ai Prefetti dei Capoluoghi di regione di istituire tavoli con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.

Entro il primo trimestre del 2018 è programmata l’implementazione di altri tornelli in 29 stazioni con sistema di videosorveglianza.

E’ in fase di allestimento anche una Sala Operativa Centrale per la sicurezza. L’attivazione è prevista entro il primo semestre 2018.

Lascia un Commento