Aggressioni a medici e infermieri, 3000 ogni anno. La testimonianza e le proposte di Andretta

Dottori e infermieri sempre di più nel mirino. Le aggressioni nei loro confronti sono quotidiane. Diversi casi anche nel salernitano. Pochi giorni fa al pronto soccorso di Eboli dove il primario però ha reagito e disarmato l’aggressore che era addirittura armato di bastone.

Secondo i dati diffusi dalla Fiaso, (Federazione di Asl e Ospedali) ogni anno sono circa 3mila le aggressioni ai danni del personale sanitario, soprattutto del 118 e del pronto soccorso.

A Radio Alfa questa mattina ne abbiamo parlato con un infermiere che ha 30 anni di esperienza al pronto soccorso di ospedali salernitani: Gennaro D’Andretta rappresentante della Funzione Pubblica-Cgil Salerno.

Ascolta l’intervista 

Gennaro D’Andretta su aggressioni in sanita’

Lascia un Commento