Aggressione alla Polizia Municipale di Salerno, le proposte dei sindacati

La Cisl Funzione pubblica di Salerno sul piede di guerra dopo l’aggressione subita sabato sera dalla Polizia Municipale sul Lungomare da alcuni venditori ambulanti abusivi.

Il segretario Pietro Antonacchio e i sindacalisti Adolfo Abate e Raffaele Vitale ricordano di aver segnalato la situazione già nel 2013, ma è stata ignorata dal Comune. Non solo abusivismo commerciale ma anche spaccio di stupefacenti e ambulantato selvaggio sono presenti su questa parte della città.

La carenza di personale e l’età media alta degli agenti sono problematiche connesse alla precaria sicurezza dei poliziotti della Municipale impegnati sul territorio della città capoluogo”.

Arriva anche l’appello del segretario generale della Federazione Poteri Locali della Uil, Donato Salvato. Chiede subito pistole elettriche in dotazione ai poliziotti, corsi di autodifesa per tutti gli agenti, nuove assunzioni e telecamere sul Lungomare. Le belle parole dei politici ora servono poco, c’è bisogno di programmazione”, dice Salvato.

Il sindacalista Gerardo Bracciante parla di “episodio inquietante, che dimostra la poca sicurezza che c’è nella città capoluogo”.

Lascia un Commento