Aggressione alla capotreno sul treno Angri-Mercato San Severino, identificati altri due ultras

A conclusione di alcune indagini, la Polizia di Nocera Inferiore ha individuato altri due tifosi dell’Angri appartenenti al gruppo di ultras che, nel pomeriggio di sabato 15 settembre, si sono resi protagonisti dell’aggressione nei confronti di una capotreno. Si tratta di due 20enni di Angri.

I 26 ultras erano a bordo di un treno regionale partito da Angri e diretto a Mercato San Severino per assistere ad un incontro di calcio tra la compagine del Calpazio e la squadra dell’Angri. Al momento di salire a bordo del treno, due ultras appartenenti al gruppo, risultati sprovvisti di biglietto al momento del controllo da parte della capotreno, l’hanno strattonata e spintonata, insultandola con frasi ingiuriose ed espressioni volgari.

Il resto degli appartenenti al gruppo, per la maggior parte sprovvisti di biglietto, approfittando dell’azione violenta dei due, era salito a bordo del treno senza biglietto. I primi due furono identificati, denunciati e sottoposti a D.A.SPO. A seguito di ulteriori indagini, gli agenti della Polizia hanno identificato gli altri due tifosi che hanno offeso la Capotreno spalleggiando l’azione violenta degli altri due tifosi.

Entrambi ora dovranno rispondere dinanzi all’Autorità Giudiziaria dei reati di violenza, resistenza e minacce a incaricato di pubblico servizio. Il Questore di Salerno ha emesso nei confronti dei due giovani il provvedimento di Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive su tutto il territorio nazionale per un anno.

Lascia un Commento