In Africa gli orti di Angelo, gestiti da slow food con fondi raccolti dopo la morte di Vassallo

Grazie ai “fiori” di Angelo Vassallo decine di bambini africani possono mangiare ortaggi freschi.

Lo ha svelato attraverso i social, il figlio del sindaco di Pollica, Antonio. Nel giorno dell’ultimo saluto ad Angelo Vassallo, ucciso il 5 settembre 2010, fu chiesto a tutti di non comprare fiori ma di destinare i soldi a una singolare raccolta fondi. 

L’appello fu raccolto da tantissime persone che con le loro donazioni consentirono di raccogliere 11mila euro. I soldi, come scrive Antonio Vassallo, furono destinati per la realizzazione di 12 orti in Africa, un progetto di slow food. 

“Oggi grazie a quei fondi, dei bambini hanno la possibilità di mangiare ortaggi dagli orti di Angelo vassallo. Quelli erano i suoi fiori e a distanza di anni dalla sua scomparsa le idee e i suoi insegnamenti vanno avanti.” Conclude Antonio Vassallo

Lascia un Commento