AFGHANISTAN – E’ lucano l’ufficiale gravemente ferito a Herat

E’ originario di Paterno, in Val d’Agri, il capitano Gennaro Masino, 30 anni, rimasto gravemente ferito nell’attentato di lunedì ad Herat, in Afghanistan, in cui sono stati feriti in modo meno grave altri quattro militari italiani. Masino, partito da Paterno nel marzo scorso, appartiene alla brigata “Ariete”.
Alla notizia dell’attentato, la sua famiglia a Paterno si è chiusa nel silenzio e i suoi parenti non hanno voluto parlare con i giornalisti.
Ma hanno ricevuto subito testimonianze di affetto e vicinanza da parte di molte persone. Ieri, “viva apprensione” per le condizioni di Masino e degli altri militari feriti è stata espressa dal vicepresidente del consiglio regionale della Basilicata, Antonio Autilio. All’inizio della riunione dell’assemblea, il presidente, Vincenzo Folino, ha rivolto un augurio di “pronta guarigione” ai feriti.

Lascia un Commento