Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, stop Via. Prete (Confindustria) “si ostacola sviluppo”

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Gesac ha annunciato ricorso sulla decisione del Tar, sezione Salerno, che ha accolto il ricorso di un gruppo di cittadini residenti in località limitrofa all’aeroporto di Salerno Pontecagnano, contro la compatibilità ambientale ed urbanistica dell’Aeroporto di Salerno “Costa d’Amalfi”, sancite, rispettivamente dal decreto del Ministero dell’Ambiente del 6 febbraio 2017 e dal decreto decreto delle Infrastrutture e dei Trasporti del 19 dicembre 2018.

Interviene con una nota anche il presidente di Confindustria e Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete, il quale afferma che l’interesse personale di uno sparuto gruppo di persone, vince contro l’interesse comune.

 

“Un sistema che, a pieno regime, potrà accrescere il traffico complessivo della nostra regione – dichiara Prete – fino a oltre 17 milioni di passeggeri, un’occasione straordinaria di crescita per tutto il territorio, per le attività turistiche, per le produzioni e per lo sviluppo dell’intera Campania viene così di fatto ostacolata. Fare, richiede stimoli, coraggio e fiducia. Diversamente, se qualsivoglia investimento viene nei fatti rallentato e bloccato, perché perseverare? Se è il totale declino del Paese la meta che si vuole raggiungere, tanto vale abbandonare il campo, chiudere, andare via da un Paese che sceglie continuamente di impedire il progresso e la crescita”, conclude la nota di Andrea Prete.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp