AEROPORTO – Il giorno della verita’

Dopo la grande delusione per lo stop ai voli di linea in partenza ed in arrivo dalla pista dell’aeroporto di Salerno, domani, con la riunione dell’assemblea dei soci del Consorzio, chiamata a rinnovare gli incarichi societari, c’è la seria possibilità di dare una svolta alla gestione dello scalo. E la rivoluzione, a dire il vero, non è collegata affatto alla scelta di un nuovo presidente o di un nuovo consiglio di amministrazione. L’importante è che le politiche strategiche dell’ente siano chiare e soprattutto efficaci. 
Un fatto è avvolto dal mistero e va assolutamente chiarito: la gestione dello scalo e la possibilità che i voli riprendano sono due fatti distinti e separati. In parole povere la gara di appalto per la gestione dell’Aeroporto, che verrà bandita nei prossimi mesi, non impedisce che, da domani, i voli, con una o piu’ compagnie aeree possano riprendere. Ed allora il Consorzio, in attesa che qualcuno manifesti interesse per la gestione dello scalo, può riprendere i voli, cancellando le ombre che dallo scorso 18 dicembre si addensano sul consiglio di amministrazione e sulla presidenza.
Augusto Strianese arriva alla riunione del consiglio di amministrazione con la convinzione di poter restare alla guida del Consorzio, in modo tale da garantire continuità. Il suo obiettivo personale è quello di portare lo scalo fino alla totale privatizzazione e poi abbandonare. Un cambio alla guida del Consorzio potrebbe trovare una giustificazione solo se legata alla figura di un super tecnico, ma le esperienze degli anni precedenti non hanno dato risultati positivi.
Ed allora perché si mormora con insistenza di una possibile candidatura alla presidenza del Consorzio del Sindaco del comune di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica? Una strategia politica, perché il PDL della Provincia di Salerno vuol fare comprendere la disponibilità ad un progetto importante per il rilancio dello scalo aeroportuale. Ed ecco anche alcune dichiarazioni, che giungono da Roma, da parte dei parlamentari Gerardo Soglia e Pasquale Vessa che vanno nel segno di una convinta possibilità di collaborare sul futuro dell’aeroporto che non è di centro destra e di centro sinistra ma appartiene a tutti i cittadini della provincia di Salerno.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento