Addio a Maradona, luci accese negli stadi di Salerno, Cava e Nocera. Il ricordo del presidente De Luca

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Anche la città di Salerno ha reso omaggio a Diego Armando Maradona, scomparso ieri per un arresto cardiorespiratorio. L’assessore allo Sport del Comune di Salerno, Angelo Caramanno, ha simbolicamente acceso le luci dello Stadio Arechi per ricordare un genio del calcio, un mito d’oggi, un’icona pop entrato nella storia.

“Ricordiamo il calciatore, la leggenda – scrive il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, in un post su Facebook – È stato un fenomeno sociologico, un personaggio amato da tutti, al di là della maglia che indossava”. 

 

Luci accese anche allo Stadio Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni. “Sembra impossibile. Per tutti quelli che amano questo straordinario sport è un giorno di dolore. Addio Diego!”. Ha scritto il sindaco Vincenzo Servalli che in questo modo ha voluto tributare l’ultimo grande applauso al Pibe de Or.

Fari accesi anche allo stadio San Francesco di Nocera Inferiore.

“Unico, irripetibile genialità, il più grande di tutti, il più amato di tutti. Un grande uomo di calcio, un grande uomo di sport che prima del mondo intero, ha fatto innamorare Napoli perché di slancio e senza ipocrisia ha saputo scoprirne e interpretarne l’anima”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca secondo cui Maradona ha contribuito a riaccenderne l’orgoglio, unendo generazioni che lo hanno saputo amare, capire e anche perdonare.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento