Ad Eboli arrestato un uomo per sfruttamento della prostituzione, rapina, tentata estorsione, lesioni

Ritenuto responsabile di sfruttamento della prostituzione, rapina, tentata estorsione e lesioni personali aggravate, è stato arrestato nella notte ad Eboli, un uomo di 31 anni, di Mercato San Severino. I carabinieri della locale Compagnia lo hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa del Giudice delle indagini Preliminari del Tribunale di Salerno.

Secondo le indagini condotte dai carabinieri, il pregiudicato 31enne, nel 2013, dopo aver allacciato una relazione sentimentale con una donna di 45 anni, l’ ha prima indotta e poi costretta a prostituirsi in alcuni comuni delle province di Salerno e Napoli, procacciandole i clienti. Quando in alcune occasioni la donna si è rifiutata di consegnargli somme di denaro, lo sfruttatore ha posto essere comportamenti violenti.

Gli investigatori hanno accertato un episodio nell’agosto 2013, a Mercato San Severino, e poi nel marzo 2014 tra Salerno, San Mango Piemonte e Mercato San Severino, quando l’uomo, le ha puntato un coltello alla gola per farsi consegnare la somma di 950 euro, monili in oro ed un telefono cellulare.

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Salerno.

Lascia un Commento