Accoltellamento a Battipaglia, ricostruita la dinamica

Emergono nuovi dettagli sull’accoltellamento di ieri pomeriggio a Battipaglia.

È infatti in stato di fermo un ragazzo minorenne del posto per l’accoltellamento di un 18enne di origini rumene residente ad Albanella, ricoverato all’ospedale di Battipaglia per aver riportato la perforazione del fegato. E’ in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita.

Intorno alle 15.45, due ragazzi di origini rumene, il 18enne e un suo amico 20enne, sono entrati in un circolo di via Carmine Turco.

I due, visibilmente ubriachi, avrebbero chiesto di bere gratis. Di fronte al rifiuto del barista, i due hanno iniziato ad urlare estraendo un coltello.

Un ragazzo di Battipaglia, minorenne, esperto di arti marziali, che era nel bar, è intervenuto per mettere in fuga i due.

Il 20enne, disarmato, è fuggito via mentre il 18enne, nel tentativo di difendersi, sarebbe caduto, conficcando il suo stesso coltello sul fianco destro del suo corpo procurandosi una larga ferita e la perforazione del fegato.

Il minorenne di Battipaglia, che si è difeso, è stato sottoposto a fermo.

Lascia un Commento