Abuso d’ufficio, indagato il procuratore regionale della Corte dei Conti Michele Oricchio

Colpo di scena nelle indagini che hanno portato all’arresto del giudice Mario Pagano, originario di Roccapiemonte, accusato di essersi attivato a favore di alcuni imprenditori a lui vicini quando era in servizio presso il tribunale di Salerno.

Il procuratore regionale della Corte dei Conti Michele Oricchio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Napoli con l’accusa di concorso in abuso di ufficio.

Quando lavorava presso il tribunale civile di Salerno, Oricchio si sarebbe adoperato, in assenza di Pagano, per l’assegnazione delle cause a giudici amici, o allo stesso Pagano, quando entrambi erano in servizio presso lo stesso ufficio giudiziario. Ad incastrarli vi sarebbero, agli atti, email e messaggi finiti sotto la lente d’ingrandimento della Procura.

La circostanza emerge dagli atti depositati nel corso dell’inchiesta su Pagano.

Lascia un Commento