Abusi in corsia al Ruggi di Salerno, medico assolto dopo 13 anni

Assolto, con formula piena, dopo 13 anni, un medico del pronto soccorso dell’ospedale Ruggi di Salerno, processato per violenza sessuale.

La sentenza è stata emessa ieri pomeriggio dai giudici della Corte d’Appello di Salerno. In primo grado il professionista era stato condannato a due anni con pena sospesa.

L’accusa di violenza sessuale era scattata dopo che una giovane donna salernitana sottoposta a visita medica per una sospetta colica addominale, subito dopo si era presentata al drappello della polizia per sporgere querela contro il medico in servizio al reparto di medicina d’urgenza.

La donna nella denuncia aveva raccontato che le mani del medico erano scese troppo verso le sue parti intime durante la visita ambulatoriale in ospedale.

Nel corso del dibattimento in Appello è stato sentito un perito che ha spiegato che la manovra adoperata dal medico era consentita e prevista dal protocollo. Che non si era trattato di un palpeggiamento a sfondo sessuale.

Lascia un Commento