Aborti illegali all’ospedale di Sapri, la replica del direttore sanitario Maria Ruocco

Dura missiva al presidente della Regione Campania De Luca e al direttore generale dell’Asl Salerno Giordano a firma del sindaco di Sapri, della Cgil, di Cittadinanzattiva e del Tribunale del Malato in relazione alle indagini sugli aborti illegali all’ospedale saprese che vedono coinvolti a piede libero il primario del Reparto di Ginecologia e della sua assistente ostretrica.

Sindaco, sindacati, Cittadinanzattiva e Tribunale del Malato si dicono sgomenti e sconfortati e parlano di un vero e proprio sistema che definiscono criminale.

Nella lettera gli stessi firmatari sostengono che questo sistema ha messo a repentaglio la salute di decine di utenti che si rivolgevano alla struttura ospedaliera di Sapri al fine di risolvere i propri problemi di salute e non di vederli, invece, in qualche caso, aggravati.

Una lettera che non è piaciuta al direttore sanitario dell’ospedale di Sapri, Maria Ruocco, che fa parte di una commissione d’indagine interna nominata dall’Asl Salerno. Sentiamola al microfono di Vito Sansone..

Riascolta l'intervista QUI

Dottoressa Maria Ruocco su aborti illegali a Sapri

Lascia un Commento