A Teggiano il museo ‘Lapidario Dianense’, intervista al direttore Museo Diocesano, Marco Ambrogi

Apre battenti domani, domenica 24 luglio alle 18.30 a Teggiano un nuovo museo, il "Lapidario Dianense".

Il museo è all'interno dell'antica cappella di Sant'Eligio in San Michele Arcangelo collegata alla cripta di Santa Venera, e raccoglie manufatti di età classica, medievale, rinascimentale e moderna. La collezione d'arte scultorea, curata dalla Diocesi di Teggiano-Policastro, è stata finanziata dalla Regione Campania. 

In mostra numerose opere d’arte tra cui spiccano elementi decorativi zoomorfi, antropomorfi e fitomorfi, un quadrante d'orologio del Settecento, una lastra tardo-quattrocentesca, un leone stiloforo, la scultura di un guerriero ed una lastra di tabernacolo, oltre ad uno stemmario che raccoglie chiavi d'arco e sculture con impressi gli emblemi di famiglie patrizie e di alti prelati.

 

Il progetto nasce dall'idea del Direttore del Museo Diocesano, Marco Ambrogi, che abbiamo intervistato.

Riascolta l'intervista QUI

Marco Ambrogi su Lapidario dianense

Lascia un Commento