“A schermo spento”, torna sulle scene Daniela Vicale artista cilentana d’adozione

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Con “Luna Nuova”, “Ho già deciso” e “La ballata delle malelingue”, la musicista e cantautrice Daniela Vicale aveva già lasciato il segno. Ora con “Schermo Spento” l’artista ,casertana di nascita ma cilentana di adozione (vive a Montecorice), conferma le sue innate qualità che, unite ad un timbro inconfondibile, ne fanno senza dubbio una tra le proposte più interessanti del panorama musicale italiano. 

“A schermo spento” è una delicata ballad “anti-social” che sottolinea l’urgenza di allontanarsi dal mondo sempre più asfissiante dei social per potersi riappropriare di quelli che sono i veri rapporti sociali fatti di sguardi, di confronto e di condivisione reale.

Il brano è stato scritto da Daniela Vicale su testo di Monia Ridolfi con l’arrangiamento e la produzione di Alessandro Galdieri.

Il video è stato realizzato da CRE△TI▽E, marchio emergente di produzioni video di Alessandro Galdieri e Valentina Schiavo (In The Loop per intenderci). Le location sono la pineta di Ogliastro Marina, la spiaggia di Case del Conte nel comune di Montecorice (dove Daniela abita) e un winebar nel borgo di Castellabate.

Così Daniela Vicale parla del suo brano:

«Il brano è un invito a sottrarsi a questa forma di dipendenza dal virtuale, e per dipendenza intendo un utilizzo ossessivo della rete che va oltre il normale impiego di internet per situazioni lavorative, e non, che oramai non prescindono da esso. Credo che abbiamo tutti bisogno di riappropriarci di una vita che, nonostante tutto, conserva ancora colori, sapori, emozioni, che nessuna app potrà mai sostituire».

“A schermo spento” è in rotazione su Radio Alfa

Guarda il video e ascolta il brano

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Una risposta

  1. Claudio Volpe 22/11/2019

Lascia un Commento