A Sanza donne volontarie in piazza per le mele di AISM

Un gesto di solidarietà importante per contribuire e dare forza alla ricerca e per ampliare i servizi dedicati ai giovani colpiti dalla malattia, la sclerosi multipla, grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante, che nella metà dei casi colpisce persone sotto i quarant’anni.

Anche Sanza ha risposto all’appello dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) ed è tornata in questi giorni nelle piazze del borgo, con le mele. Grazie all’impegno dell’assessorato alle politiche sociali del Comune ed alle volontarie che hanno affiancato l’assessore Marianna Citera, sono state raccolte alcune centinaia di euro che saranno ora versate all’AISM.

“Devo ringraziare soprattutto le splendide persone che hanno donato il loro tempo e l’impegno per portare a termine quest’attività di solidarietà – ha commentato l’assessore Citera – crediamo sia importante continuare a sostenere gli studi sulla sclerosi multipla, senza dimenticare che ogni anno, in Italia, ne vengono colpite 3.400 persone, con una nuova  diagnosi ogni tre ore, e delle circa 118.000 persone con sclerosi multipla, il 10% sono bambini e il 50% giovani sotto i 40 anni. Quindi un grazie di cuore a tutte le decine di persone che hanno contribuito a questa nostra piccolo gesto con l’acquisto del sacchetto con la Mela di AISM. E’ bello poter dire noi ci siamo, la nostra comunità è sensibile a questi temi” ha concluso l’assessore Citera.

Lascia un Commento