A Sanza “attori per caso” narrano la fine della Spedizione di Sapri

Una scenografia che richiamerà la bellezza dei luoghi, quella immaginata dal Consigliere comunale di Sanza (SA) con delega alla cultura, Antonella Confuorto, per arricchire la villa comunale di piazza San Francesco, la sera del prossimo due luglio, per la messa in scena della narrazione della fine della Spedizione di Sapri.

Sedute in fieno, accompagneranno le diverse scene che racconteranno con attori locali, i momenti salienti dei fatti che accaddero il 2 luglio del 1857 a Sanza. Un ulteriore curiosità la scelta fatta dal Consigliere Confuorto di utilizzare per arricchire la scenografia della rappresentazione alcune ballette di fieno, realizzate all’uopo dallo sfalcio del campo sportivo Antonio Russo. Grazie alla collaborazione gratuita offerta dal Consigliere comunale Antonio Citera e da alcuni dipendenti della General Enterprise di Teggiano, sono state realizzate le ballette in fieno per la scenografia. Lo spettacolo sarà messo in scena la sera del due luglio nella villa comunale con la regia di Annamaria Gallo Loguercio e la collaborazione della SapieNza onlus, e con gli effetti sonori e luminosi garantiti dal maestro Pino Pinto. Uno spettacolo che vedrà il coinvolgimento di circa 50 comparse e di un nutrito gruppetto di novelli attori, già interpreti lo scorso anno della serata dedicata alla memoria di Carlo Pisacane. L’appuntamento è fissato dunque per la sera del due luglio dalle 21.00 in villa comunale.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento