A LETTO ALLA RADIO CLAUDIO RINALDI

“Le filastrocche non sono mai sciocche”, anzi, sono molto utili perché aiutano a far capire le cose importanti della vita. È questo il motivo che ha avvicinato Claudio Rinaldi, autore, appassionato e studioso di fiabe che vive ed opera a Salerno, ad avvicinarsi, oltre dieci anni fa, alla scrittura ed in particolare alla scrittura di fiabe e favole, “per ragazzi ma anche per gli adulti”, specifica il “bancario con il pallino per la scrittura”. Claudio Rinaldi sarà il prossimo ospite a “Letto alla Radio”, la rubrica dedicata ai libri, curata da Annavelia Salerno, in onda su Radio Alfa il lunedì alle 18.45, ascoltabile per una settimana sul sito www.radioalfa.fm, dove l’intervista si potrà ascoltare in streaming.
Rinaldi scrive di tutto: dalle poesie ai romanzi, dai racconti fantasy ai testi teatrali, dalle fiabe alle favole. Ma precisa “sono queste ultime le mie predilette”. Ed aggiunge: “Quando scrivo le fiabe e le favole, non le racchiudo nei confini della loro natura: la fiaba è solo una narrazione e la favola, invece, un racconto con un finale di ordine deontologico o didascalico”. Ma il pensiero che meglio sintetizza il concetto che le fiabe e le favole sono per tutti è questo: “Uno dei doni più belli che si possa fare ai propri figli sono le favole: raccontarle, leggerle, inventarle insieme. Diventano un patrimonio per la vita, perché su quelle si innesteranno l’esperienza e la fantasia personale, tirando fuori la creatività innata che dorme in ogni uomo”.
Tutto il ricavato della vendita de “Le filastrocche non sono mai sciocche”, che ha un costo di 7,00 euro, sarà devoluto all’associazione Centro per la salute del Bambino Onlus di Trieste (www.csbonlus.org) che promuove i progetti Nati per leggere e Nati per la musica, per diffondere una cultura diversa nei confronti per la prima infanzia.

Lascia un Commento