A Ceraso l’Assemblea Generale dell’Associazione Italiana di Geografia e Geomorfologia

Si terrà da martedì 20 a giovedì 22 settembre, a Ceraso, nel Geoparco del Cilento, l’Assemblea Generale dell’Associazione Italiana di Geografia e Geomorfologia per affrontare i temi del rischio idrogeologico, vulcanico e sismico, a quasi un mese dal terremoto che ha colpito il Centro Italia.

In base agli ultimi dati, più di 5 milioni di persone vivono in aree a rischio idrogeologico elevato, mentre le imprese che sono in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata sono quasi 80mila. Il 18% dei Beni Culturali italiani è a rischio frane, mentre sono 40.000 i Beni Culturali in aree a pericolosità idraulica. 9 milioni di persone risiedono in aree a pericolosità idraulica.

Di tutto questo, dunque, si discuterà nella tre giorni a Ceraso che prenderà il via alle 9,30 di martedì, alla presenza di centinaia di esperti geomorfologi provenienti da tutta Italia.

Saranno presenti Gilberto Pambianchi, Presidente dell'Assemblea della quale fanno parte i più grandi esperti e rappresentanti del mondo accademico ed istituzionale italiano; Francesco Peduto, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi; Aniello Aloia, Coordinatore Nazionale dei Geoparchi Unesco; Angelo De Vita e Tommaso Pellegrino, rispettivamente Direttore e Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni.

Lascia un Commento