A Cava de’ Tirreni nasce il Museo della Ceramica Contemporanea Mediterranea. Intervista al curatore Massimo Bignardi

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

È stato presentato al comune di Cava de’ Tirreni, il nascente Museo della Ceramica Contemporanea Mediterranea che sarà realizzato nei 500 mq del Complesso monumentale di San Giovanni (ex Eca).

 

L’obiettivo non è realizzare solo un museo, ma una istituzione ed attività che da Cava de’ Tirreni si aprano sul piano nazionale de internazionale che parte dalla valle metelliana ed abbracci tutto il bacino del mediterraneo, nel quale si incontrano le culture nel campo della ceramica e del design artigianale e industriale. Negli anni ’90 il polo ceramistico di Cava de’ Tirreni era secondo solo a Sassuolo.

Sarà una vera e propria immersione nella storia di grandi personaggi, artisti, designer, un museo dinamico che si aprirà al territorio e genererà  economia e promuovendo anche nuove leve.

Circa 200 le opere di artisti di primo piano che hanno dato la propria disponibilità all’esposizione.

Ne abbiamo parlato con il professore Massimo Bignardi, già docente all’Università di Siena, curatore scientifico assieme a François Burkhardt

Il file audio (podcast) di questa notizia è scaduto. Qualora vorresti riascoltarlo, puoi inviare una richiesta comunicando il tuo Nome e la tua Email.


Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sulla privacy

-Pierpaolo Fasano-

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento