A Battipaglia si ricordano i Moti del 1969 tra mostre, dibattiti e convegni

Il prossimo 9 aprile ricorre il cinquantenario dei “moti di Battipaglia” del 1969, che provocarono anche due vittime: l’insegnante Teresa Ricciardi e il giovane studente Carmine Citro. Ci furono anche numerosi feriti, a seguito dei moti scoppiati per l’annunciata chiusura di aziende sul territorio. L’Associazione storico-culturale “Battipaglia 9 Aprile 1969” in collaborazione con la CGIL e con il patrocinio del Comune di Battipaglia, in occasione dei 50 anni dai moti, ha organizzato quattro giorni di convegni, mostre, dibattiti che si terranno nel complesso cittadino della ex scuola “De Amicis”.

La mostra che raccoglie la documentazione di quei giorni che sconvolsero Battipaglia sarà inaugurata oggi pomeriggio, (6 aprile), alle ore 17, alla  presenza della sindaca Cecilia Francese, del sindacalista della Cgil Anselmo Botte e di Raffaele Petrone, componente dell’Associazione ‘Battipaglia 9 Aprile 1969’.

Lunedì 8 aprile, alle 10, ci sarà l’assemblea pubblica sul tema ‘Il Mezzogiorno e il sindacato: ieri e oggi’ con vari interventi, tra cui quello della vicesegretaria nazionale della Cgil Gianna Fracassi.

Il 9 aprile, alle ore 17, spazio al convegno ‘Battipaglia 9 aprile 1969: tra storia e memoria”, con la proiezione del filmato ‘Ritorno a Battipaglia’ di Luigi Perelli presentato da Mario Maiorano, presidente dell’associazione ‘Battipaglia 9 Aprile 1969’ con le testimonianze dei protagonisti e le conclusioni affidate allo storico Giovanni De Luna.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento