8 marzo, festa della donna. Ecco le iniziative sul territorio salernitano

In occasione della giornata internazionale della donna, che ricorre mercoledì prossimo 8 marzo, i musei, le aree archeologiche e i monumenti statali saranno aperti gratuitamente alle donne, su invito del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini.

Tanti gli eventi in programma. A Paestum c’è l’evento “Donne di Paestum. Visioni Oltre il Mito” il cui obiettivo è ripercorrere la storia delle donne nell’antichità greca e romana per conoscere l’esatto momento storico nel quale, attraverso la divisione dei ruoli sociali, la divisione uomo-donna diventò un fatto culturale e non fu più colta solo come differenza biologica. Sono previste visite guidate ai depositi museali, alla scoperta delle immagini femminili sulle lastre tombali.

L’8 marzo alle 18.30, la figura femminile sarà raccontata anche al Museo Archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele. Lo faranno Gerardina e Annastella Gibboni (pianoforte e violino) con “Note al femminile” cui seguirà una lettura di immagini di donne dell’Antichità.

Un tesoro al femminile, l’8 marzo, al Museo Archeologico nazionale della Valle del Sarno, aperto dalle 9 alle 19. Saranno esposti diademi, collane e scarabei in argento, bronzo, ambra e avorio, specchi e contenitori per oli profumati, vasi attici.

A Padula, infine, i visitatori che raggiungeranno la Certosa saranno invitati a soffermare la propria attenzione sulle figure femminili che decorano gli affreschi e gli stucchi della chiesa ma anche della biglietteria. La Certosa sarà aperta dalle 9 alle 20.

Lascia un Commento