75enne muore all’ospedale di Eboli, indagati 18 medici

Sono indagati ben 18 medici per la morte di un pensionato di 75 anni avvenuta all’ospedale di Eboli.

Michele Musella, di Olevano sul Tusciano, dializzato, è morto martedì scorso dopo ricoveri presso gli ospedali di Battipaglia, Eboli e Salerno. Il primo ricovero è avvenuto a Battipaglia a seguito di un’infezione. Da qui il trasferimento alla nefrologia di Eboli.

Come scrive il Mattino di Salerno, Musella presentava una fistola infetta in prossimità dell’accesso vascolare per la dialisi. Ad Eboli i medici avevano avviato la cura dell’infezione e poi avevano deciso di trasferirlo al Ruggi di Salerno, per una ulteriore consulenza specialistica. Un chirurgo vascolare gli avrebbe indicato di continuare la terapia ritenendo non necessario il ricovero all’Azienda ospedaliera universitaria di Salerno. Quindi è stato fatto rientrare ad Eboli per proseguire le cure dove la situazione si è aggravata con la morte avvenuta nella rianimazione il 20 agosto.

Il decesso sarebbe stato provocato da uno choc settico. L’autopsia dovrà chiarire le precise cause.

Lascia un Commento