4 milioni per recupero immobili storici inutilizzati

Immobili di pregio artistico e culturale che necessitano di interventi di ristrutturazione possono ottenere fondi messi a disposizione delle regioni meridionali dalla Fondazione Sud per un ammontare complessivo di 4 milioni di euro.

Una volta recuperati gli immobili però dovranno essere messi gratuitamente a disposizione della comunità locale, per almeno dieci anni. I fondi sono destinati a imprese non profit interessate a recuperare e valorizzare questi beni.

Gli immobili devono essere presenti in Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia. In una prima fase, amministratori e proprietari dei beni potranno inviare alla Fondazione una manifestazione di interesse. Saranno prese in considerazione le aree archeologiche solo se adattabili allo svolgimento di questo tipo di attività e le chiese, solo se non più adibite al culto. Sono esclusi ruderi, giardini, parchi, cave, piazze, cimiteri, sorgenti, terreni. Le candidature possono essere inoltrate fino al 30 marzo 2018.

Lascia un Commento