26 maggio, un giorno da ricordare. Nel 1880 Wagner a Ravello, nel 1985 papa Giovanni Paolo II a Salerno

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Oggi, nel 1880, 140 anni fa, ricorre la storica visita del compositore Richard Wagner alla Villa Rufolo di Ravello.

Accompagnato dalla moglie Cosima e da un piccolo seguito, dopo aver affrontato a dorso di mulo l’impervia salita, da Amalfi raggiunse Ravello. Era stato attratto dai resti delle architetture arabo-normanne e dalla bellezza dei giardini che sarebbe stati la fonte di ispirazione per la messa in scena del celebre Parsifal, l’opera che stava portando a termine.

E proprio nel ricordo di questo anniversario, oggi si celebra il “Wagner day”.  Il governatore della Campania Vincenzo De Luca prenderà parte all’evento della Fondazione Ravello che vedrà esibirsi, nel giardino di Klingsor, la danzatrice Eleonora Abbagnato, il soprano Carmen Giannattasio, il pianista Maurizio Agostini e l’attore Alessandro Preziosi. Comincerà quindi da Ravello la campagna per la ripartenza turistica della Regione Campania. Ad annunciarlo, venerdì scorso, lo stesso governatore campano che ha parlato della realizzazione di un video promozionale con Alessandro Preziosi che leggerà un testo di Wagner. Il video sarà diffuso anche alle emittenti televisive della Germania. “Vogliamo utilizzare il brand Campania Sicura per promuovere il turismo in Campania, per spiegare che chi viene in questa terra viene in una terra benedetta da Dio. Campania Divina è slogan per quanto riguarda il turismo campano. Cominciamo da Ravello questa campagna per la ripartenza turistica” queste le parole del governatore campano.

 

L’altro evento legato al 26 maggio risale al 1985 con la visita pastorale di papa Giovanni Paolo II a Salerno, accolto dall’arcivescovo di allora, Monsignor Guerino Grimaldi, e dal sindaco Vittorio Provenza. Atterrò in elicottero sul terreno di gioco del vecchio stadio  “Vestuti”. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp