25 anni di carcere per il killer di Sergio Rossi

 

Venticinque anni di reclusione all’assassino di Sergio Rossi, storico esponente dell’Msi di Salerno ucciso nel centro cittadino nel mese di settembre del 2012 durante una rapina. I giudici della Corte d’Assise di Salerno hanno condannato in primo grado Fanel Gurlea, cittadino romeno accusato della morte di Rossi, mentre la sua complice Elena Bot è stata condannata a 4 anni e 4 mesi di reclusione per favoreggiamento e ricettazione. Gurlea è stato condannato anche a tre anni di libertà vigilata. La Bot, secondo l’accusa, procurò al connazionale i soldi per fuggire in Romania e ricevette da lui il telefono cellulare sottratto alla vittima. Rossi fu prima derubato e poi colpito alla testa da un pesante oggetto per rubargli denaro e cellulare. Fu trovato esamine da alcuni passanti e le sue condizioni apparvero subito gravissime. Morì dopo pochi giorni nel reparto di Rianimazione del Ruggi di Salerno.

Sergio Rossi, 64 anni di Salerno era originario di Corleto Monforte. 

Lascia un Commento