16 ore di trattative per distogliere la donna di Mercato San Severino dal compiere insani gesti

C’è voluta un'intera giornata di pazienti e difficili operazioni di convincimento da parte dei carabinieri per portare a buon fine la drammatica vicenda di Mercato San Severino, dove ieri una donna di 30 anni ha minacciato di compiere insani gesti. Per circa 16 ore, dall’alba e fino alle 8 di sera, si è barricata in casa con i suoi due figli di uno e tre anni, minacciando di lanciarsi nel vuoto dalla sua abitazione.

Per evitare il peggio sono entrati in azione i negoziatori dei carabinieri del Comando Provinciale e del GIS di Roma. I militari, sin dalle prime ore di ieri mattina, hanno cercato, senza sosta, di dissuaderla dal compiere il gesto.

Secondo quanto si è appreso la donna aveva deciso di togliersi la vita probabilmente a causa di problemi legati alla fine della relazione con l'ex compagno, che attualmente vive in Bulgaria. L'uomo, avvertito della delicata situazione, è rientrato in serata in Italia. I figli della donna che non hanno riportato conseguenze fisiche e sono stati affidati ai nonni paterni.

Lascia un Commento