15 giugno, festa di San Vito. A San Gregorio Magno e Ricigliano rivive la “Turniata”. Intervista allo storico Paglia

Oggi, 15 giugno, festività di San Vito Martire, nei comuni di San Gregorio Magno e Ricigliano si svolge una manifestazione antichissima che si tramanda da secoli, di padre in figlio.

La festa in onore di San Vito viene chiamata “Turniata” e ogni anno, attira centinaia di turisti, visitatori e giornalisti da tutto il mondo. La “Turniata” è una festa di origine pagana e si svolge solo a San Gregorio Magno e Ricigliano.

L’evento che si tiene ogni 15 giugno, vede greggi, mandrie, singoli animali tra cui cavalli, asini e capre, che assieme ai pastori, turnano cioè girano di corsa per tre volte intorno alla chiesa di San Vito Martire e se durante la corsa qualche animale entra in chiesa, diviene proprietà del Santo.

Ogni capo di bestiame, inoltre, in occasione della Turniata viene “addobbato” e colorato a festa.

Oggi la Turniata sopravvive a San Gregorio Magno e Ricigliano grazie alla tradizione legata all’economia del posto e dedita in maniera particolare all’agricoltura e alla pastorizia.

L’antico rito oggi, come ieri, è di buon auspicio come simbolo di fertilità, prosperità e abbondanza.

Proprio sulla storia della Turniata, la nostra Mariateresa Conte ne ha parlato con il docente e storico di tradizioni locali di San Gregorio Magno, Giovanni Paglia

Ascolta l’intervista
prof Giovanni Paglia su Turniata San Vito

Una risposta

  1. Pasquale Dente 15/06/2017

Lascia un Commento