13 parenti nei Carabinieri. Il record del Maresciallo Resciniti di Roscigno

Un singolare record è stato raggiunto da un maresciallo dei carabinieri, Domenico Resciniti, 65 anni, comandante della stazione dei carabinieri di Gela, ma originario di Roscigno, che vanta nell'Arma, oltre alla sua presenza, anche quella di 12 suoi familiari: un figlio, un fratello, il proprio suocero, un genero, tre cognati, tre nipoti e due cugini.

Insomma una lunga dinastia di carabinieri che lui stesso, dopo 46 anni di servizio e a poche ore dal congedo, ha voluto immortalare con un poster che ritrae i 13 (alcuni scomparsi) intitolandolo: "La storia siamo anche noi".

Il maresciallo Rescinti, protagonista della battaglia contro "Cosa nostra" nel Nisseno, sarà festeggiato con una cerimonia di commiato, domani, giorno di congedo e anniversario del suo arruolamento.

Lascia un Commento