100 euro al mese, protestano le addette alla pulizia del comune di Battipaglia. Le interviste

Una busta paga che si è ormai ridotta a 100 euro al mese. Questa la motivazione del presidio delle 18 donne addette alla pulizia del Comune di Battipaglia in programma questa mattina in piazza Aldo Moro, dinanzi palazzo di Città.

Una situazione che si trascina da qualche tempo, denunciata dalle operatrici, ora in stato d’agitazione, e dai sindacati ma che non vede al momento risoluzione, con l’ultimo incontro che si è svolto a dicembre in Prefettura, a Salerno e con ripetuti inviti al confronto inviati anche alla stessa Amministrazione, retta dalla sindaca Cecilia Francese, di prendersi cura della vicenda, ma senza riuscire ad ottenere una risposta.

Le 18 lavoratrici prestano il loro servizio alla ‘Sap’, azienda di Napoli che cura la pulizia delle stanze e dei corridoi del Comune, con l’accordo fino al 2021. L’obiettivo è incontrare l’Amministrazione per porre in essere le azioni necessarie.

Abbiamo raccolto sul posto le richieste dalla voce della sindacalista Maria Rosaria Nappa della Cgil

Nappa su protesta Battipaglia

Lascia un Commento