1 maggio nel Salernitano con comizi, cortei, dibattiti e musica. Ecco tutti gli appuntamenti

Un corteo sfilerà domani 1 maggio in occasione del primo maggio per il centro di Salerno per dire “basta ricatti sui luoghi di lavoro”. Lo hanno organizzato varie associazioni, compresa quella dei Senegalesi, Potere al Popolo insieme alle sigle sindacali USB, Cobas e CSC.

“In un momento storico caratterizzato sempre di più da contratti precari, buste paga fittizie, lavoro gratuito e volontario, lavoro nero, lavoro di cura, divario salariale tra donne e uomini, discriminazione dei generi, ricatti continui e costanti, stipendi da fame e morti sul lavoro, riteniamo fondamentale – dicono gli organizzatori – riportare in piazza lavoratori e precari non come atto simbolico in una giornata festiva, ma come inizio di un percorso politico e umano dove le vertenze, le lotte e le richieste di diritti diventano strumento di partecipazione e liberazione dallo sfruttamento”.
L’invito a partecipare è rivolto per questo primo maggio “a tutte le lavoratrici e ai lavoratori, ai soggetti politici, sindacali, sociali, di movimento che si riconoscono in queste rivendicazioni”. Il corteo partirà da Piazza Vittorio Veneto domani alle 9:30 per poi terminare in piazza Portanova.

Comizi, dibattiti, musica: sono diverse le iniziative unitarie promosse da Cgil, Cisl e Uil in tutta la Campania per il primo maggio.

Alle 9,30 da Piazza Diaz a Nocera Inferiore corteo e comizio, con la  partecipazione di Francesco Sinopoli. Analoga iniziativa nel Centro Sociale di Battipaglia. Dalle 17,30 concerto sulla spiaggia di Santa Teresa a Salerno. All’auditorium Massimo Troisi di Casalbuono, alle 18,30, proiezione del film “2 euro l’ora” di Andrea D’Ambrosio. Seguirà un dibattito sul temi della sicurezza e della prevenzione con Anselmo Botte. A Penta di Fisciano comizio di Maria Rosaria Mazzotta.

Lascia un Commento