1 maggio, la festa del lavoro che non c’è. La Campania agli ultimi posti in EU per numero di giovani occupati

La festa del lavoro e dei lavoratori ma in una Regione che, secondo le stime Eurostat, si posiziona agli ultimissimi gradini della classifica europea per giovani occupati, meglio parlare di lavoro che non c’è. 

Dati ampiamente risaputi e solo confermati ancora una volta secondo Gerardo Pirone, segretario generale Uil Salerno intervenuto in diretta su Radio Alfa in occasione delle iniziative messe in campo dei sindacati per il 1 maggio.   

“E se pensiamo, ha detto Pirone, che ad essere maggiormente svantaggiati sono i ragazzi che hanno conseguito titoli scolastici più elevati, allora possiamo affermare che la politica ha fallito”. E ha fallito anche la scuola, afferma ancora il segretario della Uil, che pone l’accento sulle scarse idee e sullo scarso coinvolgimento delle istituzioni scolastiche nell’alternanza scuola-lavoro.

Ascolta l’intervista

Pirone su Primo Maggio

Una risposta

  1. Giuliano 01/05/2018

Lascia un Commento