Vertenza Silba, nessuna risposta sugli stipendi. I sindacati scrivono a De Luca

Non ci sono state risposte all’ultimatum lanciato dai sindacati in riferimento al pagamento degli stupendi per i lavoratori Silba, per questo i sindacati hanno deciso di scrivere una lettera direttamente al Governatore De Luca.

Al centro della missiva, il mancato rispetto degli accorsi firmati in un incontro tenuto il 21 marzo scorso che aveva rasserenato gli animi dei 350 lavoratori impegnati tra le strutture di Cava de’ Tirreni e Roccapiemonte. 

La Silba ha sottoscritto un accordo, unitamente ai sindacati, al direttore generale per la Sanità regionale ed il direttore generale dell’Asl Salerno. Questa intesa era subordinata alla regolare erogazione delle competenze maturate dei lavoratori e ne costituiva condizione essenziale e perentoria per l’attuazione, comportando, diversamente la risoluzione dello stesso. A tutt’oggi rileviamo che non è stato ancora saldata la mensilità di marzo ai dipendenti della Silba”, si legge nella nota. “Chiediamo al Governatore della Campania e agli organi competenti, regionali e provinciali, un intervento immediato anche per mezzo di una convocazione delle parti, che possa definitivamente porre fine alla grave criticità sopracitata, che necessita urgenti e positive soluzioni, coerenti e nel rispetto delle intese sottoscritte”.

Lascia un Commento