Scafati, Marianna Liguori trionfa al Festival di Castrocaro tra i cabarettisti

Marianna Liguori, 30 anni, nata a Scafati, ora residente a Napoli (ha vissuto in Calabria per oltre 20 anni) è la vincitrice del premio per il “volto nuovo” assegnato al 60° Festival di Castrocaro, il festival canoro per “voci nuove” che negli anni ha tenuto a battesimo artisti come Ramazzotti, Mannoia, Caselli, Pausini, Zucchero e tanti altri.

Nel corso della serata finale che si è svolta sabato 26 agosto il Festival ha quindi assegnato anche il riconoscimento al cabarettista più promettente. La giuria ha premiato proprio il talento di Marianna che ha sbaragliato la concorrenza del romano Emiliano Morana.

Marianna ha portato in scena un esilarante racconto sul difetto dei calabresi di lamentarsi sempre. Nel suo monologo ha interpretato una classica telefonata tra due calabresi che fanno a gara a chi si lamenta di più. E il lamento si traduce in un unico concetto – “BEATA A TIA!” – in una sorta di “gara”

Marianna è attrice e doppiatrice. Diplomata alla scuola di teatro sperimentale Teatro Elicantropo di Napoli, ha iniziato presto a recitare in diversi spettacoli, continuando la sua formazione su Storia del cinema, Studio e mimo corporeo, Laboratorio sulla voce, Dizione, Danza e movimento. Come attrice ha lavorato in teatro con Maurizio Casagrande, Nino D’Angelo, ecc.ecc.

Lascia un Commento