SALERNO – Villani ricorda Aldo Moro

Si ricorda anche a Salerno oggi, l’uccisione dello statista Aldo Moro, avvenuta dopo 55 giorni dal suo rapimento messo in atto dalle brigate rosse il 16 marzo del 1978. Proprio il 9 maggio di 30 anni fa, fu ritrovato il corpo senza vita di Aldo Moro, in via Caetani a Roma. Le brigate rosse, nell’atto del rapimento, non risparmiarono nemmeno gli uomini della scorta del presidente della Dc: Domenico Ricci, Giulio Rivera, Francesco Zizzi, Raffaele Iozzino e Oreste Leopardi. Ad Aldo Moro, un servitore dello Stato, – scrive il presidente della provincia di Salerno, – va la nostra gratitudine per l’indiscusso coraggio e l’impegno costante per la politica, quale strumento di cambiamento per il bene comune. Un impegno, prosegue Villani, che ci ricorda come la politica può tornare ad essere affascinante se diventa esperienza collettiva al servizio della comunità".

Lascia un Commento