SALERNO – Urgente una revisione tattica della Salernitana

La partita persa contro il Parma, la terza consecutiva, ha detto in maniera chiara, definitiva ed inequivocabile che la Salernitana di Castori per come è stata strutturata, composta, assortita, non può immaginare di giocare, sempre e comunque, un calcio offensivo e dispendioso. Occorre, dunque, una revisione tattica e Castori dovrà fare in fretta a riconvertire il suo credo non avendo molte altre “fiches” da giocare sul tavolo del campionato. Ci sarebbe, eventualmente, da capire perchè mai sia stato ingaggiato il tecnico di Tolentino, uno che ha sempre predicato un calcio  molto dispendioso dal punto di vista atletico salvo poi costruirgli una squadra piuttosto vecchiotta, ma questo, ormai, è un quesito che neanche vale più la pena di approfondire! Così è, questa è la squadra, l’organico almeno fino a gennaio e bisognerà in qualche modo intervenire, adeguarsi. All’orizzonte si profilano due trasferte impegnative ma tutt’altro che proibitive perchè tanto Livorno quanto Avellino, a prescindere da quelle che possono essere le diverse motivazioni aggiuntive, non sembrano godere di eccellente salute. Immaginare allora, in occasione delle prossime due trasferte, un atteggiamento tattico un tantino più equilibrato, razionale, potrebbe servire a tamponare l’emorragia di risultati delle ultime settimane, questo in attesa che si definiscano in maniera chiara gli equilibri in seno alla società e si dia mano ad un vero piano di rafforzamento dell’organico. Sotto quest’aspetto vanno salutati con soddisfazione i recuperi di Soligo e Turienzo due giocatori che potranno dare molto nelle prossime gare al pari dei rientranti Fusco e Russo assenti venerdì sera contro il Parma.

Lascia un Commento