SALERNO – Sequestro preventivo di beni per oltre 12 milioni

Beni per un valore di oltre 12milioni di euro, consistenti in disponibilità finanziarie, in quote di società ed aziende sono stati sottoposti a sequestro preventivo dalla Guardia di Finanza di Salerno al termine di indagini sull’illecita percezione di contributi. I beni appartengono a  19 persone, rappresentanti di società, che operavano nel settore dell’agricoltura biologica e della produzione di olio di oliva nella Provincia di Salerno, in Calabria, Lazio e Veneto. Il decreto di sequestro eseguito nei giorni scorsi dai finanziari del Nucleo di Polizia Tributaria deriva dagli accertamenti compiuti a livello nazionale e finalizzati alla verifica della regolare corresponsione dei contributi erogati dal Ministero delle Politiche Agricole e la valorizzazione dei prodotti agricoli tipici. Secondo gli inquirenti si tratterebbe solo della punta dell’iceberg di un complesso ed articolato filone investigativo, iniziato nel 2001, e che aveva già consentito il rinvio a giudizio di 70 persone fisiche per le responsabilità di natura penale e di 24 rappresentanti di società per responsabilità di natura amministrativa. Dalle indagini delle fiamme gialle emergerebbe la compiacenza di funzionari pubblici nelle pratiche di erogazione dei contributi.

 

Lascia un Commento