SALERNO – Sanità. I sindaci chiedono una seconda Asl a sud di Salerno

Una seconda Asl a sud di Salerno. E’ quanto chiedono i sindaci della ASL Salerno 3 che ieri pomeriggio hanno tenuto la conferenza dei sindaci sulla questione della riduzione delle Asl da tre ad una, come previsto nel nuovo piano di riordino della sanità in Campania. La richiesta è stata avanzata al termine della conferenza, presieduta da Cristoforo Cobucci e tenutasi a Capaccio. Alla riunione hanno preso parte una sessantina tra amministratori e sindaci del comprensorio cilentano, oltre al vice presidente della Regione Campania Antonio Valiante, secondo il quale la decisione di sopprimere la ASL Salerno 3 è nata senza tenere in nessun conto la vastità della provincia di Salerno. Con la riduzione da tre ad una sola Asl – ha concluso il vicepresidente della Regione – non si garantiscono i servizi sanitari di cui la popolazione ha diritto". Il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, ha abbandonato la conferenza a pochi minuti dall’inizio, in segno di protesta. "E’ grave che si parli della riduzione delle ASL salernitane e non si faccia cenno alla soppressione dei pronto soccorsi degli ospedali di Agropoli e Roccadaspide", ha detto Alfieri prima di lasciare l’incontro.

Lascia un Commento