SALERNO – Lombardi e Murolo vorrebbero ridimensionare il ruolo di Fabiani

Un compromesso. E’ quello al quale stanno lavorando Antonio Lombardi e Vittorio Murolo alla ricerca disperata di una soluzione alla crisi della Salernitana. Blindato, a meno di clamorosi rovesciamenti sabato a Livorno, Fabrizio Castori, le attenzioni dei due “soci” si sono spostate sulla figura del direttore generale Angelo Fabiani, lo stratega del mercato granata, fino a qualche settimana fa anche deus ex machina del club. La soluzione alla quale stanno lavorando Lombardi e Murolo e che a giorni sarà ufficializzata, prevede un consistente ridimensionamento dei compiti dell’operatore di mercato. Appurata l’onerosità di un’eventuale rescissione del contratto che lega Fabiani alla Salernitana, ma decisa al tempo stesso una svolta, Lombardi e Murolo decideranno di retrocedere Fabiani a ruolo di consulente esterno del club. Nel concreto, a gennaio, quando si riapriranno le liste di trasferimento, Fabiani avrà poca voce in capitolo. Da definire, invece, il ruolo dell’operatore di mercato in seno alla squadra, all’interno dello spogliatoio dove è fortissima la sua influenza su buona parte del gruppo e dove ancora non si è spenta l’eco del post-Bergamo perchè dopo Di Napoli anche il capitano Luca Fusco ha precisato la posizione della squadra in merito alla presunta difesa ad oltranza del tecnico Castori. Una posizione – ha detto Fusco – assolutamente rispettosa dei ruoli e delle competenze.

Lascia un Commento