SALERNO – Il brutto momento della Salernitana

Undici gol in dodici partite, da che parte li guardi i numeri dell’attacco della Salernitana certificano una situazione di oggettiva difficoltà. C’è poco da fare e da dire: i granata hanno nella prolificità offensiva il loro autentico tallone d’achille. Numeri da paura che diventano ancora più preoccupanti se li si analizzano nel dettaglio. Undici gol all’attivo di cui soltanto cinque realizzati su azione e ancora, nelle ultime 8 partite la Salernitana ha realizzato appena sei gol due dei quali in occasione della trasferta di Grosseto, quindi praticamente ininfluenti sul risultato finale. Problemi di costruzione del gioco, limiti individuali, assenze pesanti e condizionanti; c’è di tutto in questo particolare e delicato momento della Salernitana. La partita di sabato contro il Vicenza ha in qualche modo portato al pettine tutti i nodi della squadra allenata da Fabrizio Castori, soprattutto ha rimarcato in maniera perentoria l’acclarata difficoltà in fase di realizzazione. La situazione potrebbe, dovrebbe migliorare con il progressivo recupero dei giocatori fermi ai box, in particolare Turienzo e Soligo, oggettivamente difficile, però, ipotizzare un radicale cambiamento di passo. Si pensava che anche in cadetteria, come già successo l’anno passato, sarebbe bastato alla Salernitana qualche guizzo di Arturo Di Napoli per venire a capo delle situazioni anche più complesse. Valutazione sbagliata, molto superficiale perchè non si è tenuto conto di diversi fattori, non ultimo il cambio di categoria.

Lascia un Commento