SALERNO – E’ Roberto Merino la scommessa di Lombardi

A distanza di due anni dalla triste esperienza Arostegui, Antonio Lombardi ci riprova. Affascinato dal calcio sudamericano, incallito navigatore internet, il presidente della Salernitana si è lasciato stregare dalle giocate ad effetto, dai numeri da vero fromboliere di Roberto Merino, 26enne trequartista peruviano, di stanza in Europa ormai da diversi anni. Chiusa l’esperienza in Grecia dove ha giocato per due stagioni nell’Atromitos, Merino è da settimane a caccia di un ingaggio in Italia. Il suo agente lo aveva proposto alla Juve Stabia con la quale ha anche giocato in una gara amichevole a Sant’Antonio Abate, ma alla fine sarà Salerno il suo approdo. Il giocatore – che nelle immagini che da ieri sera impazzano via web – dovrebbe sostenere un periodo di prova prima del tesseramento anche se da molte parti si sostiene che abbia già raggiunto un accordo di massima con Lombardi. Cerca con insistenza una prima punta forte fisicamente, ideale per il suo 4-3-3, Fabrizio Castori ma intanto approda alla sua corte un giocatore che, per quanto si intuisce, per quanto si apprende dalla corposa bibliografia reperibile su internet, è un classico trequartista, un giocatore difficilmente inquadrabile nel modulo che Castori vorrebbe proporre da sabato. Vogliamo considerare quest’operazione una sorta di scommessa del presidente, uno sfizio, non certamente quel rinforzo che, con molto garbo Castori ha espresso nel giorno del suo ritorno a Salerno. Di certo anche le trattative per l’ingaggio di una prima punta vivono una fase di stanca: Greco è sfumato, Bernacci si è allontanato, Bucchi potrebbe restare ad Ascoli. Dal cilindro di Fabiani potrebbe sbucare, allora, un nome a sorpresa, anche quello del giovane Foti che il Treviso ha messo in partenza dopo l’ingaggio di Ercolano a meno che, da tutto questo vorticoso giro di nomi, ipotesi ed illazioni, la Salernitana non decida di far rientrare in sede Emanuele Ferraro e chiudere così il discorso. In partenza Iuliano, in arrivo Aprea dal Venezia.

Lascia un Commento