Salerno, detenuto tenta la fuga da Fuorni saltando sui tetti

Un giovane salernitano detenuto al carcere di Salerno ha tentato di evadere. E’ accaduto nella giornata di ieri. A darne notizie è stato il Sappe (sindacato autonomo polizia penitenziaria) che ha nuovamente lanciato l’allarme circa la situazione di emergenza che gli agenti stanno vivendo all’interno dell’istituto penitenziario salernitano.

Solo qualche settimana fa un giovane straniero era riuscito a scavalcare il muro di cinta e scappare. Anche in questo caso il tentativo di fuga avrebbe avuto inizio nel cortile passeggi.

“Il detenuto che era senza sorveglianza, precisa il Sappe, a causa di discutibili accorpamenti di più posti di servizio che aumentano la mole di lavoro, nonchè le responsabilità in capo agli agenti e diminuiscono i livelli di sicurezza”.

Il ragazzo è riuscito a salire sul tetto della struttura e saltare sui vari settori dell’istituto, fortunatamente senza trovare una via di fuga. Alla fine è stato lo stesso detenuto a consegnarsi agli agenti che nel frattempo erano stati allertati del tetativo di fuga.

La circostanza più assurda, ribadiscono dal Sappe, è che gli stessi detenuti sono chiamati a svolgere lavori per il ripristino o il montaggio di sistemi di sicurezza. Lo spirito di emulazione, la facilità di fuga dovuta ad una carente gestione delle risorse umane esistenti ed una assenza dei sistemi funzionanti di sicurezza farà in modo che gli eventi critici saranno all’ordine del giorno.

Lascia un Commento