SALERNO – Castori non ci stà a subire continue critiche

Alle fibrillazioni, ai continui sbalzi d’umore, non era abituato. Abituato, com’era, alla tranquilla e riflessiva Cesena dove pure una squalifica di due stagioni non l’aveva assolutamente intaccato, Fabrizio Castori vive con imbarazzo la paradossale situazione salernitana. Costretto all’altalena, costretto a dover dimostrare sempre qualcosa, a dover difendere il suo lavoro ed i suoi risultati, il tecnico marchigiano non ci sta. “Non credevo di allenare il Real Madrid! Onestamente – aggiunge – mi sembra assurdo mettere costantemente in discussione il rendimento di questa squadra. La Salernitana è dall’inizio della stagione stabilmente nella zona play off e se escludiamo la brutta parentesi di Grosseto se l’è giocata ad armi pari con tutti pur avendo in organico ben undici esordienti in serie B ed essendo costata pochissimo con giocatori svincolati e qualche prestito. Difendo a spada tratta il lavoro mio e dei miei ragazzi”. Stizzito, anche amareggiato per le troppe voci che circolano sul suo conto, Castori prova, comunque, a focalizzare le sue attenzioni sulla gara odierna: il match contro il Vicenza di Gregucci. “Partita durissima contro una squadra forte e bene allenata. Noi abbiamo qualche problema d’organico ma abbiamo anche una gran voglia di fare risultato. Sopperiremo alle nostre lacune con impegno, forza e grande carattere. Sono certo – conclude Castori – che porteremo a casa il risultato pieno”. Lacune di non poco conto quelle con le quali deve fare i conti l trainer marchigiano. Soprattutto in attacco la situazione è assai critica considerando l’assenza di Fava e le non perfette condizioni fisiche di Turienzo che, comunque, potrebbe partire dalla panchina ed entrare in campo in caso di necessità.

Lascia un Commento