SALERNO – Attenzione ai Comuni del PDL

Non dimentichiamoci dei comuni. E’ questa la parola d’ordine di tantissimi esponenti del PDL che, nella giornata di oggi, si incontreranno, in una riunione di carattere regionale, per discutere delle candidature agli enti piu’ importanti (come Province e Comuni Capoluogo). Il timore di molti è che tutto l’interesse venga assorbito dai problemi che riguardano le province, dimenticando, completamente, i tanti piccoli comuni del Salernitano. E tra questi ce ne sono di fondamentali dove la battaglia per le elezioni amministrative assume anche un sapore di carattere politico.

BATTIPAGLIA – Nel centro della Piana del Sele bisogna lavorare per un candidato che riesca a mettere d’accordo tutti, evitando i problemi che hanno provocato, negli ultimi due anni, lo scioglimento anticipato delle giunte guidate dai sindaci Liguori e Barlotti. La questione, per dirla tutta, è legata ai rancori esistenti tra FI ed AN che, da tempo, non riescono a trovare un accordo su di un nome condiviso. AN, o per meglio dire il parlamentare Edmondo Cirielli, ha scelto di puntare sul nome di Gerardo Motta, consigliere comunale uscente che ha sempre avuto una posizione critica nei confronti delle precedenti amministrazioni. Il centro destra, tra l’altro, dovrà fare i conti con alcune defezioni importanti, perché oramai pare cosa certa il passaggio nella lista del presidente Villani dell’ex primo cittadino Liguori, mentre Gennaro Barlotti si è schierato con MPA.

SARNO – Nel comune dell’agro c’è un sindaco uscente che ha fatto bene e che ha lavorato in maniera concreta negli ultimi anni. Stiamo parlando di Amilcare Mancusi, che, per motivi tutt’altro che politici, non ha ancora ricevuto l’ok per la sua ricandidatura alla poltrona di primo cittadino del comune di Sarno. Giochi di trattative e di richieste precise da parte delle segreterie provinciali di AN e FI che, però, mettono a rischio una delle poche roccaforti del centro destra della provincia di Salerno.

NOCERA SUPERIORE – Gaetano Montalbano, sindaco silurato dalla maggioranza di centro destra, con una sfiducia che fece molto discutere, adesso è già pronto a scendere in campo per la campagna elettorale. Oggi Montalbano è un esponente di AN, ma in caso di poca chiarezza nella coalizione di centro destra, sarebbe pronto a tutto pur di tornare a fare il sindaco.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento