SALERNO – Arresto Calzone, si cercano i complici

Altri soggetti hanno aiutato nel salernitano la latitanza di Carmine Calzone, catturato a Capaccio Scalo. Rimane ignota l’identità della persona che era con lui e che deve rispondere di favoreggiamento. "Un arresto per cui – ha affermato il Procuratore di Napoli Giandomenico Lepore – sono state ancora una volta essenziali le intercettazioni a cui si sono poi aggiunti i metodi tradizionali di indagine come i pedinamenti". L’arresto di Calzone, secondo gli inquirenti napoletani e di Salerno, apre nuovi scenari investigativi. La cattura di un personaggio di spicco della camorra di Scampia in provincia di Salerno – ha spiegato il procuratore di Salerno,  Roberti, è un segnale dell’esistenza di sinergie operative tra gruppi criminali napoletani e salernitani. Salerno – ha proseguito il procuratore – è sempre stato territorio di collegamenti operativi fin dai tempi di Cutolo.

Lascia un Commento