SALERNITANA – Un mercato difficile

Le buone intenzioni, l’entusiasmo ed anche i buoni rapporti che Acri vanta con alcune società e diversi procuratori potranno sicuramente servire alla Salernitana, ma rischiano di scontrarsi con un ostacolo insormontabile rappresentato dalla difficoltà – peraltro ammessa senza reticenze dallo stesso presidente Lombardi – della società a sostenere determinati sforzi economici. Per questo, come già fatto l’anno scorso, il club granata sta cercando di ammortizzare il costo dei contratti dei calciatori proponendo loro degli accordi paralleli a quelli siglati sui moduli federali. Si tratta dei cosiddetti “contratti di immagine”, meccanismo attraverso il quale le società, almeno quelle che lo utilizzano, trasportano parte degli emolumenti da corrispondere ai calciatori dal contratto di lavoro riconosciuto dalla Federazione, ad uno parallelo che ha valenza esclusivamente civilistica. L’anno scorso l’accordo con il difensore Rea saltò proprio per questo motivo, quest’anno la storia rischia di ripetersi. Acri aveva in serbo un bel colpo di mercato, l’ingaggio del centrocampista esterno Bonanni, di proprietà della Samp, gestito dai fratelli Marino, agenti molto vicini al neo diesse granata. L’accordo è sfumato proprio perchè la Salernitana ha proposto al calciatore la sottoscrizione del contratto d’immagine. Discorso analogo per Erpen, che è svincolato, e per Scarpa. Per quest’ultimo non c’è stata intesa con la Paganese, ma anche con il calciatore in relazione al prolungamento del contratto e sempre per lo stesso motivo. Acri è a Milano per affrontare il discorso comproprietà che riguarda Siniscalchi e Di Napoli. Il diesse granata potrebbe chiudere a breve l’accordo con la Sampdoria per l’esterno Soddimo, classe ’87, reduce da una buona stagione all’Ancona. Dei doriani piacciono anche il portiere Padelli ed il difensore Volta, l’anno scorso al Vicenza. Per la porta c’è anche un’altra idea. La Salernitana, che potrebbe prolungare il contratto a Iuliano, è di nuovo sulle tracce di Giuseppe Aprea del Venezia, già cercato lo scorso gennaio. Si guarda a Chievo, Palermo, Bari e Lazio per ottenere qualche sostanzioso aiuto. Con i capitolini si parla di Tuia e Mendicino, ma si sta studiando anche una strategia per arrivare all’attaccante francese dell’Arezzo Baclet. La Lazio potrebbe acquistarlo dai toscani per poi girarlo alla Salernitana che è anche sulle piste dello svincolato Gessa, esterno destro svincolatosi dal Grosseto, e del difensore centrale Viviani, in rotta col Pisa. Rinnovo in vista per Russo, non c’è ancora intesa, invece, per Ganci. Saltata, invece, la trattativa per l’ingaggio del giovane difensore slovacco Bortel che ha raggiunto l’accordo con il Catania che lo girerà alla Spal.

Lascia un Commento